Gilberto Pressacco

(Turrida, Sedegliano 19.9.1945 - Udine 17.9.1997) è stato musicologo, direttore di coro e presbitero italiano. Si laureò nel 1981 in Teologia a Roma con i professori Aniceto Molinari e Vladimir Boublìk, presentando una tesi intitolata La teologia " dalla prassi di liberazione" di Hugo Assmann: analisi strutturale e discussione critica; presso la facoltà di Lettere e filosofia a Padova si laureò nel 1986 con la tesi di Storia della musica Tropi, prosule e sequenze del Graduale Aquileiese cui relatori furono il prof. Giulio Cattin ed il maestro Giacomo Baroffio. Oltre alla missione sacerdotale insegnò in varie scuole, alle medie, superiori e al Conservatorio udinese. Affiancò a tali attività quella di ricerca storica, che coltivò in maniera piuttosto prolifica e si concentrò soprattutto sulla storia della musica del Friuli; a lui si deve la riscoperta di numerosi aspetti biografici di Giorgio Mainerio. Si occupò altresì di aspetti antropologici ed ecclesiologici del natìo territorio friulano e di quelli contermini. La sua attività venne prematuramente interrotta dalla morte sopraggiunta nel 1997. Un'accurata bibliografia della sterminata mole di opere e studi da lui compiuti è contenuta in "Viaggio nella notte della Chiesa Aquileiese", sorta di libro-intervista pubblicato dopo la sua morte, e scritto da Raffaella Paluzzano (Gaspari Editore, Udine 1998 ), che può considerarsi un sintetico compendio della sua attività. In sua memoria è stata istituita l'Associazione Culturale "don Gilberto Pressacco".

Lunedì, 19 Dicembre 2016