Glauco Venier

(Gradisca di Sedegliano 1962) è un pianista e compositore. Dopo essersi diplomato in Organo presso il conservatorio "Jacopo Tomadini" di Udine (1985), comincia la sua carriera jazzistica studiando presso importanti masterclass italiani (Perugia, Siena ecc.) e frequentando grandi maestri, uno fra i quali è Franco D'andrea. Nel 1990 ha l'occasione di trasferirsi negli Stati Uniti per studiare presso il prestigioso Berklee College of music di Boston, con il pianista Ray Santisi. Nello stesso anno pubblica anche il suo primo CD, dal titolo Finlandia. La sua attività musicale poi prende vigore con la costituzione del trio con Salvatore Majore (contrabbasso) e Roberto Dani (batteria), con i quali registrerà diversi cd, fra il 1994 e il 1997. Va poi certamente citato il suo lungo sodalizio con il trombettista Kenny Wheeler, insieme al quale e a Norma Winstone ha formato un trio che nel 2003 ha visto l'avvicendamento della tromba con il saxofono di Klaus Gesing, sancito dalla registrazione dell'album “Chamber Music” per la Universal Music nel 2004 e ultimamente dal cd "Distances", edito dalla EMC (2008). Un'altra collaborazione degna di nota è stata quella con Lee Konitz, contenuta nell'album "Ides of March". Ha eseguito concerti in Italia, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Inghilterra, Repubblica Ceca, Austria, Slovenia e Croazia, Russia, Belgio, Israele, Stati Uniti d'America, Australia, Corea e Cina. Ha inoltre registrato sue composizioni per RAI, BBC, ORF, WDRe altre radiotelevisioni russe, slovene e croate. Attualmente è insegnante presso il corso di jazz del Conservatorio "Jacopo Tomadini" di Udine. Nel 2008 l'album "Distances" di Venier (con Klaus Gesing e Norma Winstone) è stato nominato alla 51ma edizione dei Grammy Awards, come miglior album jazz vocale.

Lunedì, 19 Dicembre 2016